Consolato Americano

Come e' ormai divenuta una buona consuetudine, il Consolato e' lieto di sostenere le battaglie di AGEDO in favore dei diritti LGBT, contr le discriminazioni.
Quindi il Console Rami Shakra e' lieto di concedere il Patrocinio al Vostro evento, presso Cascina Triulza, nella settimana del 11-17 Maggio.
In quel periodo il nostro calendario di attivita' - come puo' immaginare legate ad EXPO - e' gia' estremamente intenso.  Per questa ragione non sara' possibile per un rappresentante diplomatico USA essere presente.
La incoraggio comunque ad inviarci il programma ufficiale, quando le sara' disponibile.  In questo modo potremo essere piu' vicini alla vostra iniziativa.

I mie piu' cordiali saluti,
Margherita De Amici

Polis Aperta

Polis Aperta, associazione nazionale LGBTI di appartenenti a Forze di Polizia e Forze Armate, e' lieta di concedere il proprio patrocinio ad AGEDO per gli eventi che avranno luogo nella settimana dall'11 al 17 maggio presso la Cascina Triulza nell'ambito dell'EXPO, in favore dei diritti delle persone LGBT e contro tutte le discriminazioni e gli sterotipi di genere, battaglia che ci accomuna e per cui è nata ed esiste anche un'associazione come la nostra.

Polis Aperta è un'associazione nata nel Febbraio 2005 per volontà di un gruppo di persone che svolgono il proprio servizio nelle forze di polizia e nelle forze armate, che condividono oltre al lavoro, anche l'orientamento affettivo omosessuale.

Polis Aperta fa parte di una rete europea di associazioni LGBTI di polizia: l'European Glbti Police Association (EGPA).

Ogni due anni tutte le associazioni di polizia appartenenti all'EGPA si riuniscono per confrontare le esperienze di ciascuna nazione nell'ambito delle lotta contro le discriminazioni sessuali.

Il nostro obiettivo principale è di lottare contro tutte le discriminazioni e in special modo contro quelle fondate sull'orientamento sessuale e l'identità di genere.

Ci prefiggiamo di affrontare, all'interno del mondo militare e delle forze di polizia, la questione sessuale, contrastando il machismo e il sessismo, in modo da creare un ambiente più sereno e più rispettoso delle persone gay e lesbiche che servono il Paese in uniforme.

Vorremmo anche trasmettere alla cittadinanza LGBTI, e non solo, una diversa immagine della funzione di polizia, e cioè di una polizia aperta in una società aperta.

Siamo pertanto impegnati nell'organizzare incontri a livello delle varie comunità LGBTI locali per farci conoscere e costruire ponti di fiducia tra le forze di polizia e i cittadini.

Polis Aperta ha anche avviato corsi di formazione all'interno della Polizia Locale sulle tematiche lgbt e la gestione di situazioni critiche con vittime di reati omofobi e transfobici. Ha collaborato alla formazione sull'asse sicurezza dell'UNAR indirizzata a vertici della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri. Collabora con l'OSCAD (Osservatorio Contro gli Atti Discriminatori interfoze della Polizia di Stato e dei Carabinieri) sia in eventi di formazione, sia nella segnalazione di casi di discriminazione. Abbiamo infatti svolto la nostra ultima assemblea dei soci all'interno della sede della Criminalpol a Roma, ospiti dell'OSCAD. Il prossimo aprile, in occasione del nostro decennale, abbiamo organizzato a Torino una serie di eventi, tra cui una conferenza europea sul contrasto ad omofobia e transfobia con l'aiuto delle forze di polizia, dove saranno coinvolti i sindacati e le istituzioni. In quella occasione diffonderemo anche l'evento di AGEDO presso l'EXPO di Milano.

Crediamo fermamente che tutto parta dall'educazione delle nuove generazioni e ci prefiggiamo pertanto di partecipare almeno a un incontro con un nostro rappresentante durante la settimana contro l'omofobia a Cascina Triulza, per parlare ai giovani, ragazzi e ragazze, della nostra esperienza e degli strumenti di lotta contro i crimini d'odio trans-omofobici.

 

ImmaginARTE

L' A.C.immaginARTE da tempo si occupa di diritti civili attraverso il linguaggio artistico spaziando dal teatro alla musica alla pittura. Ha affrontato in più occasioni il tema delle discriminazioni in quanto la nostra società è ancora vittima non solo dell’ignoranza ma di una politica che ancora vuole trattare degli individui o una collettività come inferiori. Una politica che rimane indietro quando permette che vi siano cittadini di seconda categoria per amore. Tutto questo l’ha ben compreso AGEDO che delle battaglie contro ogni discriminazione e per il raggiungimento dei diritti LGBT, ne ha fatto la sua BANDIERA divenendo una realtà fondamentale per tutte le famiglie e non solo.Ecco perché immaginARTE ritiene indispensabile sostenere AGEDO aderendo con profonda stima al suo progetto “Parole Prigioniere” per l’Expo 2015.


link Blog : http://immaginarte-immaginarte.blogspot.it/p/chi-siamo.html

Il percorso dell’Associazione Culturale immaginARTE, la cui sede è nella città di Palermo, è nato in parallelo con le esperienze artistiche e dunque di vita di chi l’ha fondata: ossia dell’attrice/regista Stefania Mulè, la cui esigenza primaria era quella di trovare input per una continua crescita. Percorso avviato, dunque, secondo esigenze prettamente artistiche ed approdato poi alla scoperta di nuove esigenze, specie in seguito alla realizzazione di alcuni spettacoli come "Ali nere nel jazz" o “Sogni Andalusi”, che le hanno permesso di comprendere come, attraverso il vettore artistico, si possono affrontare tematiche sui diritti civili tentando di parlare, non solo a chi vive specifiche problematiche, ma a tutti ed inviare un messaggio di partecipazione per combattere l’ignoranza ed i limiti che ancora, ed in modo sempre più predominante, dominano la nostra società. Provare a parlare, dunque e forse maggiormente, a coloro che sono distanti dalle problematiche e a sensibilizzarli.

         Così è nato un piccolo team di persone che ha sposatoimmaginARTE: un'associazione culturale che affronta tematiche civili ospitando importanti nomi per il loro impegno nel sociale. Autori dei libri proposti tramite la formula reading o veri e propri spettacoli teatrali, curati e interpretati dall'attrice e presidente dell’Associazione Stefania Mulè, permettendo di scrutare e "vivere" le emozioni delle storie trattate, al fine di arrivare in modo immediato al cuore delle persone  usando l'arte come vettore per un confronto tra il pubblico e gli ospiti.
Oggi l’Associazione Culturale immaginARTE ha un’ambizione: divenire una "casa" disposta ad aprire le porte a tutti, ad accogliere chiunque. “Tutti eguali davanti alla "casa", senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.
 L’A.C. immaginARTE mira all’ARTE in tutte le sue forme. L’unico linguaggio, come la storia ci insegna, capace di arrivare a chiunque. Convinzione rafforzata dopo preziose esperienze come l'iniziativa contro l'omofobia che ha goduto, tra gli altri, di ospiti umanamente preziosi come Don Franco Barbero e Pasquale Quaranta.
In definitiva questo è il grande Sogno/Missione di immaginARTE
Il tentativo di sensibilizzare, divulgare, informare dei fatti nudi e crudi, privi di qualsiasi strumentalizzazione, la ricerca di una vera condivisione possibile solo attraverso il linguaggio artistico ed apolitico ed il dialogo aperto tra gli ospiti di volta in volta presenti e la gente, come forte segnale di unione. 
Del resto l’ARTE è di tutti: poveri, ricchi, operai, professionisti, belli, brutti, cattivi, buoni...proprio di tutti! e come disse Eduardo De Filippo : "...Quando il sipario si apre sul primo atto d'una mia commedia, ogni spettatore deve potervi trovare una cosa che gli interessa. E alla fine, mentre li ringrazio degli applausi, la mia gioia è sapere che uscendo dalla platea ognuno si porterà via con sé qualche cosa che gli sarà utile nella vita di ogni giorno"....Dunque immaginARTE, con umiltà, ma anche con determinazione, desidera tentare di raggiungere, anche in minima parte, questo risultato.
 
 

La fondazione Daniel Zamudio nasce in Cile nel 2012 dopo l'assassinio di Daniel per opera di un gruppo di omofobi.L'Agedo ha invitato Ivan Zamudio lo stesso anno sia per portarlo in commissione Senato dove si stava discutendo l'irraggiungibile legge contro l'omofobia, sia per indicargli le linee guida per la fondazione dell'associazione.

Sapendo trasformare il dolore per questa grave perdita in lotta politica La fondazione Zamudio ha già fatto approvare in Cile la legge contro l'omofobia e i matrimoni egalitari.

Ivan ci scrive:

" Sono con il cuore con voi in Italia e in Expo perchè il rispetto e l'amore per i nostri figli sia sempre in primo piano e perchè nessun genitore debba subire il dolore che la nostra famiglia ha subito per la tortura e la morte di Daniel un grosso bacio a tutti voi di Agedo Ivan Zamudio"

L’Unar conferma il proprio sostegno morale all’attività dell’AGEDO promossa in occasione della partecipazione all’EXPO, condividendone le finalità a tutela dei diritti LGBT e contro le discriminazioni.”.

Marco De Giorgi

Il Teatro Filodrammatici di Milano sostiene l’attività in favore dei diritti LGBTQ promossa, nel periodo di EXPO 2015, da AGEDO con il quale avrà il piacere di rinnovare la collaborazione  in occasione di ILLECITE//VISIONI, rassegna di teatro omosessuale che ha l’intento di diffondere, attraverso lo strumento teatrale, conoscenza e tolleranza.

ILLECITE//VISIONI, promossa da Teatro Filodrammatici e giunta alla sua quarta edizione,

si terrà dal 30 settembre al 4 ottobre 2015 nell’ambito delle iniziative per EXPO IN CITTA’.

www.teatrofilodrammatici.eu

ASA – Associazione Solidarietà AIDS è un’associazione di volontariato legalmente riconosciuta

E’ nata nel 1985, in un momento di estrema difficoltà a causa di notizie confuse e contraddittorie sulla trasmissione e sul decorso dell’HIV.
Inizialmente ASA offriva soltanto un servizio telefonico d’informazione, ma ben presto ha mosso i primi passi verso la solidarietà nei confronti delle persone sieropositive o malate di AIDS al fine di restituire dignità alle stesse.

Nel Febbraio del 1987 l’associazione diede vita alla prima esperienza italiana di gruppi di auto-aiuto fra persone sieropositive.

Nell’estate dello stesso anno ebbe inizio l’attività di assistenza domiciliare e sociale. In dieci anni sono state oltre 350 le persone che, a diverso titolo, hanno usufruito di tale servizio. Molto più numerose sono quelle che si sono rivolte all’associazione per il counseling telefonico/vìs à vìs e il sostegno psicologico, servizi che funzionano quotidianamente e che hanno sinora risposto a migliaia di richieste. Nel 1989 ASA ha ottenuto l’iscrizione al Registro Regionale del Volontariato.

L’associazione ha partecipato alla Consulta Nazionale del Ministero della Sanità per la lotta all’AIDS e da dieci anni è rappresentata in quella del Comune di Milano. ASA svolge la propria attività principalmente in Lombardia ma, pur operando in ambito locale, ha ricoperto e ricopre tutt’oggi il ruolo di battistrada per esperienze metodologiche (applicate a livello nazionale anche da altre organizzazioni del settore), e costituisce per questo un importante punto di riferimento anche all’estero. A dimostrazione di ciò, l’associazione ha ricevuto diversi premi e onorificenze, l’ultimo dei quali è la Medaglia del Presidente della Repubblica conferita per le manifestazioni organizzate a Milano da ASA in occasione della giornata mondiale per la lotta contra L’AIDS 2013.

Tra le più importanti attività dell’associazione vi è quella di informare, stimolare e organizzare dibattiti e conferenze su ciò che riguarda lo studio e la ricerca effettuati nel campo della medicina per la profilassi e la cura dell’HIV, le novità terapeutiche tradizionali e complementari.
Lo stesso lavoro viene fatto anche per tutte le tematiche di carattere sociale e culturale legate all’HIV/AIDS, quali per esempio l’informazione, la prevenzione, la formazione dei volontari, l’occupazione ed il tempo libero.

Lo strumento attraverso il quale ASA dimostra e stimola il dibattito intorno al problema dell’AIDS è un bollettino d’informazione bimestrale, “ESSEPIU’”, che viene distribuito gratuitamente negli ospedali, nelle carceri e nei servizi sociosanitari pubblici di Milano.
Il bollettino ha già raggiunto una tiratura pari a oltre 5.000 copie al bimestre.

Nel 1998, l’ASA ha progettato e gestito, con il finanziamento del Fondo Sociale Europeo, un corso di formazione professionale per 8 persone sieropositive disoccupate.

Nel corso dell’estate 2001 nasce il progetto Camerun ASA pro AFASO, per favorire l’integrazione dei bambini orfani di AIDS.

Negli anni successivi ASA ha potenziato le proprie attività, attivando servizi riguardanti il benessere della persona (yoga, massaggi shiatsu, agopuntura).

Nel 2008 è partito il progetto ASA Mobile, un servizio di accompagnamento e sostegno psicologico rivolte a persone sieropositive per recarsi in strutture ospedaliere e per procurarsi beni di prima necessità.

Nel 2009 è nato schivami.it (www.schivami.it) , un sito e learning articolato in una serie di lezioni chiare e semplici incentrate sulle modalità di trasmissione e prevenzione del virus, nonchè sull’essere sieropositivi, al fine di sensibilizzare l’utente a non “schivare” le persone HIV+ e ad imparare a convivere serenamente con esse.

Testami (www.testami.it) , infine, dal 2009: è il sito web per avere tutte le informazioni per fare il test dell’HIV a Milano e Provincia: dove, quando, come, perché.

ASA partecipa al “Progetto Ekotonos” con gruppi di auto aiuto all’ interno del carcere diSan Vittore che hanno lo scopo di  attivare, favorire e creare un momento di dialogo tra detenuti di età, religioni e nazionalità diverse.

In ambito internazionale, ASA è il referente unico in Italia del progetto “ Names Project – La Coperta dei Nomi ” con il compito di custodire ed esporre le coperte ( teli ricamati o dipinti da amici e parenti di persone vittime dell’ AIDS ) che ogni anno vengono inviate da tutto il territorio italiano.

Nel Dicembre 2013 Asa riceve una medaglia del Presidente della Repubblica per i 2 eventi organizzati in occasione della giornata mondiale per la lotta all’AIDS: La Coperta dei Nomi e TRAsMettere Prevenzione.

Il 2015 segna il traguardo dei 30 anni  e per l’occasione Asa sta già lavorando a progetti rivolti affermare la consapevolezza  si può e si deve convivere con le persone sieropositive ,abbattendo i muri delle discriminazioni sociali e degli annosi , infondati preconcetti sulla malattia.

 

Il Consiglio Direttivo ASA è composto da 9 membri.
L’attuale presidente è Massimo Cernuschi.

I volontari direttamente impegnati nelle attività associative sono più di 50.
L’Associazione ha complessivamente 150 soci.

ASA Milano | tel. 02 58107084

 

Renzo e Lucio GLBTS è un'associazione di promozione sociale composta da volontari che operano nel territorio lecchese con i propositi di creare un raccordo tra le persone GLBT e Simpatizzanti e di promuovere una visione della società plurale, laica e rispettosa delle diverse realtà. L’Associazione è aperta a tutti e lavora sia culturalmente sia politicamente affinché venga tutelata la dignità dell'individuo, indipendentemente dall'orientamento sessuale o dall’identità di genere.

L’associazione nasce nel 2007 ed in sette anni ha operato nella provincia di Lecco creando eventi culturali e sociali , cercando di coinvolgere associazioni enti e scuole per collaborare e combattere il pregiudizio ed i luoghi comuni che circondano le persone e l’esistenza delle persone GLBT.

Nel gruppo sono presenti sia un gruppo scuola che opera negli istituti scolastici locali ed un gruppo giovani denominato Innominati per persone dai 18 ai 26 anni.

 

Qui sotto i nostri contatti.

 

Sito www.renzoelucio.it

Pagina FB :   https://www.facebook.com/renzoelucio?fref=ts

mail: info@renzoelucio.it

tel: 348.7767090

sede: via Calloni 14 Lecco

La casa dei diritti Milano

 

LA CASA DEI DIRITTI E' NATA NEL 2013 VOLUTA ESPRESSAMENTE DALLA GIUNTA DEL COMUNE
  DI MILANO E DALL'ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI PIERFRANCESCO MAJORINO-

LA FUNZIONE ESSENZIALE DI CASA DEI DIRITTI E DI GARANTIRE DEI SERVIZI DIFFUSI SU
L TERRITORIO E COORDINARE RETI COMPLESSE TRA ISTITUZIONI E PRIVATO SOCIALE CHE C
ONSENTONO UNA
RETE DEI SERVIZI E DEI CENTRI PER  DONNE IN CONDIZIONE DI DIFFICOLTA' PER VIOLEN
ZE SUBITE

SOSTENERE E SUPPORTARE LE VITTIME DI TRATTA PER SFRUTTAMENTO SESSUALE ACCATTONAG
GIO GRAVE SFRUTTAMENTO SUL LAVORO

OFFRIRE RESIDENZIALITA' E TUTORING EDUCATIVO AL REINSERIMENTO SOCIALE E LAVORATI
VO EX TOSSICO ALCOOL DIPENDENTI E MALATI HIV AIDS

LO SPAZIO LGBT TRATTA CASI DI DISCRIMINAZIONE SUBITI DA CITTADINI PER LA LORO 
IDENTITA' DI GENERE O IL LORO ORIENTAMENTO SESSUALE E PROMUOVE INIZIATIVE DI 
SENSIBILIZZAZIONE E PROGETTI E INTERVENTI FORMATIVI SU QUESTI TEMI.

LO SPORTELLO PER LA RACCOLTA DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE DI FINE VITA E

ULTIMAMENTE IL CINEMA E I DIRITTI PER LE CAMPAGNE E GLI EVENTI LEGATI ALLA GIORNATA C
ONTRO LA VIOLENZA DI GENERE PER IL PROGETTO SULLA TRANSFOBIA LA SETTIMANA DEL PR
IDE E ALTRO ANCORA.

La tour des artistes
mete mecenate
 
è un'associazione culturale che si occupa di valorizzare talenti, con uno spazio espositivo aperto ad amici e artisti senza scopo di lucro. Ha sede a Dolceacqua (IM) ma lavora su tutto il territorio europeo.In prima linea per l'affermazione dei diritti crede che la vetrina dell'EXPO possa essere per Agedo un'ottima occasione per parlare con l'arte al cuore e alla mente delle persone.
Per altre notizie sull'attività dell'associazione visitare il sito www.latourdesartistes.it
“Parks – Liberi e Uguali“ è un’associazione senza scopo di lucro i cui soci sono esclusivamente datori di lavoro. 
 
Obiettivo specifico dell’associazione è aiutare le aziende socie a comprendere appieno e realizzare al massimo le potenzialità di business legate allo sviluppo di strategie e buone pratiche rispettose delle diversità, in particolare di quelle legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere.
 
Iscrivendosi a Parks le aziende riconoscono, sia all’esterno sia al proprio interno, il valore che i dipendenti LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans) portano al business e si impegnano a garantire loro uguaglianza di opportunità e di diritti, rispetto e dignità nei luoghi di lavoro. Confidiamo così di poter aiutare le persone LGBT a sviluppare il proprio potenziale di crescita sul lavoro, così contribuendo al successo delle imprese per cui lavorano e quindi dell’economia italiana nel suo complesso.
 
 

Avvocatura per i diritti LGBTI è un'associazione di avvocate e avvocati costituita nel 2007 allo scopo di sviluppare e diffondere la cultura e il rispetto dei diritti delle persone LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali).

L'Associazione agisce per promuovere lo studio e la conoscenza delle questioni relative all'orientamento sessuale e all'identità di genere tra tutti gli operatori del diritto, sollecitando il rispetto e la promozione delle differenze. Si occupa della formazione, dello studio e dell'aggiornamento in ambito giuridico; garantisce la tutela giudiziaria delle persone omosessuali, transessuali e intersessuali, in particolare nel contrasto alle discriminazioni; svolte un'importante attività di "litigation strategy" patrocinando cause particolare interesse giuridico e promuovendo compagne nazionali per l'avanzamento dei diritti.

Per chiedere assistenza legale è possibile scrivere all'indirizzo e-mail dedicato sos@retelenford.it. L'Associazione assicura gratuitamente una risposta di orientamento e inquadramento delle questioni, consigliando - se richiesto - i professionisti ai quali è possibile rivolgersi per farsi assistere. L'Associazione ha garantito migliaia di consulenze, tra cui l'assistenza gratuita a oltre 500 coppie dello stesso sesso che si sono sposate all'estero per esercitare un loro diritto fondamentale.

Ad Avvocatura è affiancata una rete a cui possono aderire professionisti e studiosi di questioni LGBTI, chiamata Rete Lenford. Grazie ad Avvocatura per i diritti LGBTI professionisti del diritto che operano su tutto il territorio nazionale possono scambiarsi informazioni, creare momenti di confronto e di reciproca crescita culturale e professionale. Ad oggi, l'Associazione conta oltre 100 membri, fra soci e aderenti alla Rete."

Milano Pride 2015, 27 giugno Parata
22-28 giugno Pride Week
oppure
 
grazie